Grande successo per la serata organizzata in onore del poeta e scrittore Gino Iorio a Seborga con la partecipazione del Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S.

domenica 2 ottobre 2016

La serata, magistralmente organizzata dall’agriturismo “Monaci Templari”, ha visto protagonisti il grande poeta e scrittore casertano e il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S., Fra Riccardo Bonsi.

1

Poesia, filosofia e tanta storia templare nella bellissima serata organizzata dall’Agriturismo Monaci Templari che si è tenuta sabato 1° ottobre e che ha visto protagonisti il grande poeta e scrittore Gino Iorio e il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S., Fra Riccardo Bonsi.

In un meraviglioso alternarsi di storia e poesia, lo scrittore casertano, reduce da una visita alla città di Asti, dove ha ritirato il prestigioso premio “Vittorio Alfieri” alla carriera ed il premio “La Stampa” per il suo romanzo “La casa di Tonia”, ha incantato gli ospiti recitando alcune poesie, ricche di lirismo e di intensa spiritualità.

Alla presenza di un prestigioso parterre, composto anche da esponenti del mondo della cultura, da autorità e dai vertici del glorioso Ordine dei Templari, il V.E.O.S.P.S.S. – Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, Gino Iorio ha illustrato il suo percorso umano ed artistico ed ha manifestato la sua grande passione per il mondo templare.

2

A saziare la curiosità del poeta campano ha provveduto il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S. il quale ha esposto, in maniera affascinante, la storia dei Poveri Soldati di Cristo, dalla loro nascita ai giorni nostri, e il vero e indissolubile legame esistente tra l’Ordine e Seborga.

Lirismo poetico, filosofia, diritto canonico e storia, si sono alternati, creando un’atmosfera decisamente unica e affascinante che ha letteralmente rapito i partecipanti.

Al termine della conferenza, il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S. ha donato al poeta il Tau rosso dell’Ordine a ricordo del bellissimo incontro.

Ancora una volta“, ha commentato il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S., “dobbiamo ringraziare il vicesindaco di Seborga, Flavio Gorni, e l’Agriturismo Monaci Templari per aver organizzato una splendida serata di elevato spessore culturale, dimostrando che Seborga non è luogo di solo folklore, ma anche terra di storia vera e di cultura“.

 

La Redazione

 

 

 

Annunci

GINO IORIO IN PIEMONTE E IN LIGURIA

Agenzia di stampa internazionale AZ

Nicola Di Monaco

PREMIO “VITTORIO ALFIERI” ALLA CARRIERA AD ASTI, MANIFESTAZIONE DI BENVENUTO AL CASTELLO DI SEBORGA (IM), ORGANIZZATA DAI TEMPLARI.

SABATO, PRIMO OTTOBRE, UNA GIORNATA ALL’INSEGNA DELLA POESIA, DELL’ARTE E DELLA FILOSOFIA CON L’INDUSTRIALE E POETA CASERTANO, NOTO COME IL “VATE DI CALES”, L’ANTICA CITTA’ ROMANA.

Premio alla carriera per il poeta e scrittore casertano Gino Iorio. Il vate di Cales – con un brand in progress che lo vedrà impegnato con le sue liriche nel progetto italo cinese “Emozionando” – ne sarà insignito nella suggestiva sala di rappresentanza della provincia di Asti, in Piemonte.

Cerimonia il 1 ottobre prossimo, sabato mattina. A consegnarlo sarà Vittoria Bruno, Presidente presso l’assessorato alla cultura della Regione Piemonte delle Associazioni culturali, e anima del Premio Vittorio Alfieri.

Asti, e non solo. La riviera ligure si è attivata alla grande per celebrare la presenza dell’imprenditore poeta. Una manifestazione che coinvolge esponenti del mondo della cultura avrà luogo la sera del primo ottobre nel Principato di Seborga. Una serata che i Cavalieri Templari di Seborga, Bordighera, Sanremo e gli altri comuni dell’area dedicheranno, come si legge in un loro comunicato, “alla poesia, all’arte e alla filosofia”.

Una sintesi del percorso umano e artistico farà da cornice e introduzione all’intervento di Iorio, la cui vita viene definita con una espressione famosa di Charles Boudelaire, il poeta maledetto: la mia vita non fu che un tenebroso uragano. Tra i romanzi pubblicati da Iorio vengono citati “Amore amaro” e “Il posto delle Aquile”. Ricevute nel 2015 le insegne dell’Ordine, Gino Iorio sarà l’ospite d’onore e la sua attività artistica al centro della “chermesse”.

 

Numerosi e di rilievo i giornalisti accreditati. In anteprima, qui di seguito, la motivazione del riconoscimento:

ASSOCIAZIONE CULTURALE E DI VOLONTARIATO

“LA POESIA SALVA LA VITA”

ASTI

XV CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA “VITTORIO ALFIERI”

 

A GINO IORIO, scrittore e poeta,

già imprenditore di successo impegnato nella crescita dei Paesi dell’Est d’Europa * un viaggio a Medjugorje spartiacque di riflessione e indagine interiore * erede della tradizione artistica di Niccolò Jommelli * vate, nel cuore dell’antica Cales, di una Bottega-Cenacolo in cui evolve l’intima ricerca letteraria e psicologica della condizione esistenziale * autore in progress di testi in prosa e poesia di riconosciuto valore estetico * premiato dai più eminenti network nazionali *

La Presidente dell’Associazione ONLUS “La poesia salva la vita” VITTORIA BRUNO

conferisce

IL PREMIO ALLA CARRIERA

per l’intensa e costante attenzione dell’Autore ai problemi sociali e alla crisi dei valori nel contesto contemporaneo, tradotta in delicate sfumature che richiamano il fascino lirico della Grecia classica, espressa in una galleria di personaggi che animano con intensità di vissuti e profondità di messaggi spirituali i suoi numerosi romanzi.

Asti, 01 ottobre 2016

A Seborga una serata sui templari assieme allo scrittore Gino Iorio

La Riviera, 25 settembre 2016

Sabato primo ottobre, alle 21, a Seborga, l’Agriturismo Monaci Templari, organizza una serata tematica sui Cavalieri templari che sono vissuti e gli ordini di Seborga e non solo. Una serata soprattutto di pace, perché sarà presente: Gino Iorio scrittore anche di romanzi oltre ad essere un quotato giornalista, per circa 20 anni è stato funzionario dell’Amministrazione Finanziaria dello Stato.

Successivamente ha curato l’attività industriale di famiglia nel campo alimentare dell’olio e dello zucchero. Oltre a “Momenti 99 poesie d’amore”, nel 2012 ha in pubblicazione il romanzo “Amore Amaro” edito dalla stessa casa editrice Charles Baudelaire.

Ha scritto: “La mia vita non fu che un tenebroso uragano”, espressione questa che si addice perfettamente all’autore. Imprenditore e poeta, manager e scrittore, immaginazione e concretezza, tramonti e bufere la sua vita. Lo scrittore Gino Iorio nella giornata del 30 Settembre riceverà dalla Stampa ad Asti un importante premio alla carriera. Non si citerà espressamente la storia dei Templari, ma la serata sarà improntata sulla letteratura, filosofia e poesie, le quali saranno l’argomento predominante.

Una serata con un piccolo apericena e la proiezione di un video sulla storia del Principato. Oltre ai cavalierati, la cittadinanza è cordialmente invitata.

L’arte e cultura del caleno Gino Iorio sbarca in Estremo Oriente

Redazione Calvi, 09 settembre 2016

“Emozionando”, un progetto messo a punto da Vladimiro Ariano e dallo scrittore e poeta casertano Gino Iorio per valorizzare arte e cultura della Campania, una delle regioni più prestigiose del Belpaese, in Cina e a seguire in tutto il mondo.

GINO IORIO SBARCA IN CINA

Quattro raccolte di poesie, abbinate a quattro colori – bianco, giallo, rosso, grigio – inserite in un oggetto – contenitore artigianale di prestigio, per la gioia di collezionisti e a ricordo di eventi familiari e sociali. Messa a punto del progetto con Zhu Yuhua, Senatore della Repubblica Federale Cinese e Presidente del Club Ferrari di Shanghai

Agenzia di stampa internazionale AZ

Servizio di NICOLA DI MONACO

Dopo di avere fatto incetta in Italia di premi e menzioni prestigiose – tra i tanti riconoscimenti il Premio Vittorio Alfieri in Piemonte e il Premio Francesco Petrarca a Roma – Gino Iorio sbarca in Estremo Oriente. Scrittore e poeta, il dr. Luigi Iorio, laurea in Economia e imprenditore di successo della scuola di Raul Gardini, rimane coinvolto nella crisi seguita al suicidio dell’imprenditore di Ravenna.

Un viaggio a Medjugorje, quando è nel pieno della maturità, gli cambia la vita. Il suo ufficio, nell’antica Cales – oggi Calvi Risorta, in provincia di Caserta, ai piedi della Comunità Montana di Monte Maggiore – diventa una “bottega” di arte e cultura. Sforna raccolte di poesia e scrive romanzi di successo, diventa un “caso letterario” unico nel panorama italiano. Ed ora, grazie al Consorzio Universitario UniSanPietro, il progetto “Emozionando” mette le ali e approda nel mondo mitico della Cina del terzo millennio.

I dettagli della significativa operazione culturale, con l’impegno di Vladimiro Ariano, Rettore della Libera Università di Scienze sociali e del Turismo, sono stati messi a punto a Napoli con un ospite d’eccezione, il Dott. Zhu Yuhua, Senatore della Repubblica Federale Cinese e Presidente del Club Ferrari di Shanghai. A spiegare tutto con chiarezza è lo stesso Gino Iorio.

“Il Consorzio UniSanPietro si occuperà della traduzione in cinese delle quattro opere tematiche di “Emozionando” – riferisce il vate di Cales – e ogni opera sarà abbinata ad un colore. Bianco, sincerità e lealtà. Giallo, gioia e speranza. Rosso, amore e amicizia. Grigio, malinconia e spleen.”

“Le quattro opere saranno inserite in un oggetto artigianale d’arte – sottolinea Gino Iorio – con quattro facciate abbinate ai colori e una apertura a pulsante che consentirà l’accesso ai quattro minivolumi e a un abatjour interno”.

Da quanto è dato capire, poesia e artigianato si daranno la mano in un oggetto unico e di grande prestigio, in grado di unire la fantasia mediterranea alla straordinaria tradizione manifatturiera e commerciale cinese. Nella Casa camerale “Campania Cina – Cina Campania”, location dell’incontro, Iorio ha anche tenuto un’apprezzata prolusione sulla filosofia delle emozioni e sul ruolo della poesia nella società contemporanea.

Restano, per ora, top secret costi e tempi del progetto “Emozionando”, anche se risulta a buon punto il contenitore e Gino Iorio non ha avuto difficoltà a confermare che i singoli volumi conterranno liriche già edite in Italia e tante New entry di sua produzione. L’intero progetto, nelle sue linee essenziali, avrà come protagonisti di primo piano aziende e soggetti del territorio campano. In effetti, Emozionando ha come obiettivo non certo secondario quello di diffondere arte e cultura di una regione – la Campania -, cuore del Mediterraneo e storicamente capitale di un Regno, quello dei Borbone di Napoli, meta obbligata per la formazione della classe colta di tutti i Paesi d’Europa.

 Nota d’uso: L’intero servizio o parte di esso può essere usato e diffuso da tutti i mezzi d’informazione, in tutti i paesi del mondo, con l’obbligo di citare come fonte l’Agenzia Internazionale di Stampa AZ e l’autore del Servizio Nicola Di Monaco.

http://www.lariviera24ore.it/pages/a-seborga-una-serata-sui-templari-assieme-allo-scrittore-gino-iorio-2595.html

http://www.bordighera.net/seborga-sabato-serata-letteraria-con-lo-scrittore-gino-iorio-n61559

http://www.sanremonews.it/2016/09/25/leggi-notizia/argomenti/eventi-1/articolo/seborga-sabato-1-ottobre-serata-tematica-sui-cavalieri-templari-con-lo-scrittore-gino-iorio-1.html

Gino Iorio e la presentazione della sua ultima opera

Sabato 23 Gennaio 2016, alle ore 17:30, presso Villa Maiuri di Ercolano in via G.Miglio al n. 23, nei pressi di Villa Campolieto, il poeta e scrittore Gino Iorio di Calvi Risorta presenterà il suo ultimo lavoro “Il Viaggio di Tonia…” edito da Guida Edizioni – Napoli.

In occasione della seconda “Conferenza Nazionale sulla qualità della vita”, sarà presentata l’ultima opera dello scrittore caleno, al cospetto del Presidente de’ L’oro del Miglio Ciro Iengo, del sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto, dell’assessore di Turismo e Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, del Direttore della RAI Vaticano Massimo Milone, del Direttore de “Il Denaro” Alfonso Ruffo e del produttore cinematografico Francesco Dainotti.

Il poeta caleno afferma: “Sarà per me un grande onore avervi alla presentazione del libro. Mi fanno sapere che l’opera è al vaglio di un regista e un produttore per trarne un film sulla straordinaria esistenza di Tonia Accardo, la donna che per amore della propria figlia che portava in grembo, non volle assumere la chemio dando così la propria vita per la sua bellissima figlia Sofia che oggi ha 10 anni. Il Cardinale Crescenzio Sepe ha seguito molto questa vicenda al punto da creare una fondazione benefica “La casa di Tonia”. A questa straordinaria iniziativa andranno i proventi e i diritti d’autore del mio libro”.

 

NAPOLI / CASERTA – Laurea “honoris causa” per lo scrittore e poeta casertano,Luigi Iorio, autore de “il posto delle aquile”.

gino-iorio(di Maria Carla Sciacca )  Il poeta e scrittore Luigi Iorio, dopo aver allertato le giurie di una molteplicità di Premi Letterari di buona parte d’Italia, sfonda anche nel mondo esclusivo dell’Università . Scienze Sociali e del Turismo: questa la Laurea “Honoris Causa” che Iorio ha ricevuto dalla Facoltà omonima, direttamente dalla mani del Rettore Prof. Vladimiro Ariano. Suggestiva la cerimonia ufficiale, nel corso della quale sono state sottolineate le tappe di un percorso artistico che va giudicato semplicemente “straordinario”. Il poeta di Cales, città antica e centro delle azioni di guerra di Annibale Barca e di Fabio Massimo dopo il tracollo romano di Canne, solo in anni recenti si è imposto all’attenzione dell’opinione pubblica che ama le Belle Lettere e l’intimità della produzione poetica. Industriale di larghe vedute, impegnato nel settore delle conserve alimentari e distribuzione dello zucchero, ha avuto all’attivo numerose officine e stabilimenti nell’Italia meridionale e in Friuli, ai confini con l’Austria. Corrispondente di Raul Gardini, la scomparsa del noto capitano d’industria di Ravenna è stato lo spartiacque della crisi e del tramonto del “piccolo impero” firmato da Luigi Iorio. Giovanissimo, laureato in Economia e Commercio, Luigi Iorio, noto in Terra di Lavoro come “Il Dottore”, aveva lasciato una brillante carriera di Ispettore del Ministero delle Finanze per dedicarsi ad una intensa e produttiva attività nel campo industriale e del terziario avanzato. La crisi politica dell’Italia degli anni novanta, miopia e lentezza di una burocrazia ferma al passato, hanno accelerato il tramonto della Ltd creata dall’industriale casertano. Altri si sarebbero arresi o avrebbero deposto le armi. Luigi Iorio, invece, è risorto a nuova vita come l’araba fenice. E’ stato, questa volta, un viaggio a Medjugorje e l’incontro con la “comunità” dei Veggenti a determinare il nuovo corso della sua vita. “Momenti. 99 poesie d’amore” e “Amore amaro” ne hanno segnato l’esordio nel controverso, complicato e suggestivo mondo letterario. La sua “Bottega” a Calvi Risorta, con i colori rosso-pompeiani della sua abitazione, è diventata il crocevia di una produzione artistica nella quale le ragioni del cuore e dei sentimenti hanno sostituito del tutto il libretto degli assegni e le transazioni internazionali della Borsa. L’ultimo romanzo, “Il posto delle aquile”, è stato premiato ad Asti, nell’ambito del Premio Vittorio Alfieri. In precedenza, il romanzo “La mia Stella” aveva riscosso una notevole attenzione dei lettori, della stampa e della critica. Ercolano, Ischia, Roma, Verona, Asti, sono solo alcune delle tappe che ha bruciato Gino Iorio, nome d’arte adottato spesso dal Dr. Luigi Iorio. Tra i riconoscimenti ufficiali quelli dell’Accademia Francesco Petrarca di Roma e del Premio Gioacchino Belli, ricevuto in Campidoglio. Attivo presso la Biennale della creatività di Verona, Premio dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro. Un legame particolare lega Gino Iorio alla città di Ercolano, che ricorre spesso nella sua produzione poetica. Ercolano è anche il set del suo romanzo “La Casa di Tonia”, dedicato alla vita di Tonia Accardo, la donna che ha commosso l’opinione pubblica non solo italiana per avere sacrificato la propria vita per far nascere la figlioletta che aveva in grembo. La vena poetica ed artistica di Gino Iorio, sorta in età non proprio giovanissima, legata com’è alle sue controverse vicende di industriale di successo, non poteva non avere delle ascendenze. Non è un caso, infatti, che sia discendente per parte della madre, Maria Giuseppina Jommelli, di Niccolò Jommelli, musicista di grande talento della fine del ‘700, sodale di Mozart, noto nell’ambiente dell’epoca come “Il poeta gentiluomo”, quasi a sottolineare la vena poetica della sua musica. Iorio è anche nipote acquisito di Mons. Francesco Perrotta, Fondatore dell’istituto Pietro Izzo, una realtà benemerita che negli anni sessanta del secolo scorso si è occupata di infanzia abbandonata. Arte e cuore sono il segreto del successo di Luigi Iorio. Un linguaggio semplice, scorrevole, lontano da ogni astruseria, caratterizza e rende unica la sua produzione. In gestazione “Emozionando”, alcune delle sue opere sono all’attenzione non solo della critica, ma anche del cinema e della TV per eventuali “riduzioni” da proporre al grande pubblico.

Premio Vittorio Alfieri al Romanzo “Il posto delle Aquile” . Pietro Grasso premia lo scrittore e poeta casertano LUIGI IORIO

Fa di nuovo centro Luigi Iorio.l’industriale di Calvi Risorta che nell’ultimo scorcio del vecchio secolo -dopo il suicidio dell’amico Raoul Gardini, coinvolto nella mattanza di Mani Pulite -ha lasciato l’arena della Borsa, chiudendo i suoi stabilimenti specializzati nella produzione e commercializzazione di oli e zuccheri e ha dato di penna, aprendo nella sua città una “bottega” del tutto particolare. Un caso inedito, in Italia e in Europa. Una bottega, dove prendono forma raccolte di poesia e romanzi e sulle cui pareti oramai fanno fatica a trovare posto premi, targhe ed encomi. Una parata, con la firma di Istituzioni e Associazioni di grande prestigio, compreso il Campidoglio, così caro a Francesco Petrarca ai primordi della lingua Italiana. L’ultimo premio porta la firma di Vittoria Bruno, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte per la solldarledl, e gli è stato conferito dalla Giuria del XIV Premio Internazionale “VIttorio Alflerr: una medaglia in bronzo dorato del Presidente del Senato Pietro Grasso e una motivazione scolpita in pergamena e che fissa l’orizzonte e il percorso di Luigi Iorio nelle arti che gli antichi greci affidarono alla protezione di Euterpe e Erato, le muse figlie di Zeus e Mnemosine. Vale la pena di riportarla per intero. “Erede delle tradizioni delrantica Cales, una vita vissuta nella continua ricerca dell’utile e del bello, approdo nell’isola ricca di suggestioni della poesia. Autore del romanzo: “IL POSTO DELLE AQUILE”, sintesi felice di vicende che hanno come protagonista assoluto l’amore, cercato, sofferto, tradito ma sempre vissuto con intensità. Arricchito dall’intensa vena poetica della poetessa ANNA CAPPELLA”. Il posto delle aquile, un romanzo dedicato alle varie e frenetiche facce dell’amore, è un altro tassello nella produzione letteraria di Gino Iorio, come confidenzialmente ama firmarsi il vate di Terra di Lavoro, e segue il successo del romanzo “La casa di Tonla”, una storia che riprende una vIcenda che fece epoca sul mass media di mezzo mondo. Giovanissima, Tonla Accardo preferì morire pur di dare la vita alla creatura che portava in grembo. A breve è prevista una presentazione ufficiale della nuova produzione letteraria della “Bottega di Iorio” anche in provincia di Caserta. image004

POETICANDO DI VALERIA DAVIDE

OMAGGIO A PINO DANIELE

Scrivere emozioni, quelle vere che arrivano dal cuore al cervello velocemente per trasformarsi in coriandoli usciti dal pugno di un bimbo, è arduo, difficile, concesso solo a chi, nonostante gli anni che passano, si sente ancora con lo spirito di un bambino. ” 4 Gennaio 2015” è venuta fuori così, alle 16,18 del 5 gennaio 2015 nella mia “bottega. Il mondo intero aveva perso uno dei più rappresentativi cantautori dell’ultimo millennio e Napoli tutta piangeva il suo “Pino”. Personalmente non riuscivo a stare con “le mani in mano” ed ecco, mentre percorrevo con la mente le sue opere, ho cominciato a far uscire dalla mia penna questo cocktail di emozioni dove i suoi testi di volta in volta che scorreva la penna s’incontravano con i miei versi. Così è venuta fuori la lirica quale piccolissimo contributo al grande artista perché resti sempre vivo il suo testamento di emozioni.le sue musiche, i suoi amori le sue isole, il suo vulcano i suoi odori e con i suoi sapori. Gino Iorio

4 gennaio 2015 Gino Iorio

Tu dimmi quando

ci sarà chi parlerà di ”Napul’è”

con le sue contraddizioni, i suoi dolori,

le sue musiche, i suoi amori,

le sue isole, il suo vulcano,

i suoi odori e con i suoi sapori.

Tu dimmi quando

ci sarà chi darà voce a “chesta” città,

sedotta e abbandonata tra i rifiuti

e “quanno lli’uochhie miei” potranno rivedere

la tua espressione malinconica e sofferta

mentre canti “na tazzulella e cafè”.

Tu dimmi quando

farai giungere da lassù,

più forte, il segno che hai dato tra noi

così potrò rivedere la mia città;

la più bella del mondo, “quanno chiove”

e quanno ce stà, “’na jurnata ‘e sole”.

Tu dimmi quando

Potrò “sentere e ‘parole toie

Addò se legge”: “Napule è na carta sporca

e nisciuno se ne importa”.

Caro Gino, sono onorata di averti nella mia rubrica e di aver fatto la tua conoscenza davanti a un caffè dove mi hai parlato delle tue esperienze di vita divisa in segmenti: momenti di crescita ,momenti più spigolosi e infine momenti di riflessione e di rinascita. Ho parlato con l’uomo , il poeta e lo scrittore , tre persone diverse con un unica splendida anima il cui prodotto, ha dato alla luce romanzi e raccolte di poesie che hanno riscosso numerosi riconoscimenti: dal Premio Ercolano per la letteratura nel 2012 a quello più recente dell’accademia dei Bronzi per il premio Alda Merini; ultimamente inserito come “Cavaliere d’onore” nelle schiere del’Ordine dei Templar per meriti letterari acquisiti. La tua attività di delegato per la Campania della scuola di poesia online del Cavaliere Bortolazzi a quella di attivista in materia socio assistenziale completano una figura carismatica, saggia e mutevole da cui traspare il talento innato di mettersi continuamente in discussione e capace di avventurarsi in testi narrativi e poetici di successo. L’ultimo tuo lavoro, il romanzo ” Il posto delle Aquile” (che invito gli amici alla lettura) è un viaggio emozionale che percorri con tre donne diverse, ciascuna con un equilibrio diverso, e con il proprio senso che appaga e soddisfa solo una parte della tua ricerca interiore, lasciandoti un interrogativo grande quanto l’esistenza di Dio. Il domani ti darà la risposta.

La poesia che ci hai proposto, con cui ti sei classificato secondo al premio Alda Merini, ha un nome e una garanzia, è l’anima di Napoli: Pino Daniele. Nei tuoi versi si libera il canto di alcune note di Daniele “Tu dimmi quando”e “Quanno chiove” e “Na jurnata ‘e sole” e “Napule è”. Per una napoletana come me, cresciuta a pane e Pino Daniele è ancora doloroso parlare della perdita di questo grande volume della biblioteca musicale e poetica partenopea . Una ferita che ancora sanguina per quella voce fraterna che ha unito almeno tre generazioni e che rappresenta per chi non ha ancora vent’anni un esempio da cui ereditare la buona musica. Sono d’accordo Gino , non ci sarà più nessuno che canterà Napoli come ha fatto Pino e con la stessa capacità di rappresentarla in tutti i suoi colori, quelli chiari del mare su cui domina severo il Vesuvio e quelli scuri dell’abbandono delle istituzioni nelle problematiche sociali, dei traffici illegali, dell’omertà. Nella chiusura della tua lirica , l’invocazione che rivolgi a Pino affinché ora da lassù possa cantare anche a Dio il bisogno di attenzione che merita Napoli, questo paradiso maledetto di cui “nisciuno se ne ‘mporta”e che sperando in un miracolo di San Gennaro torni ad essere il paese che “‘a sape tutt”o munno”(conosciuto da tutto il mondo) perchè bastonata sulle prime pagine di cronaca. Grazie Gino per aver condiviso questo tributo giustamente premiato, complimenti vivissimi per la tua carriera e come hai fatto con me anch’io voglio augurarti di trovare “Il posto delle Aquile”.In ricordo di Pino Daniele rubo alcune sue perle di saggezza napoletana tratta dalla sua YES I KNOW MY WAY: Miette ‘e creature ‘ ‘o sole/ pecchè hanna sapè addç fa friddo/ e addò fa cchiù calore/” Metti i bambini al sole

perché devono sapere dove fa freddo e dove fa più calore.
Valeria Davide -poetessa

Biografia Gino Iorio

Usando lo pseudonimo confidenziale di “Gino Iorio”, è solito presentarsi al lettore il Dr. Luigi Iorio .

Nato a Calvi Risorta una cittadina dell’alto Casertano , dove attualmente vive.

Sua madre, Maria Giuseppa Iommelli, è stata l’erede del grande musicista Aversano, Niccolò Iommelli.

Completato gli studi presso ”l’Università degli Studi di Napoli” – facoltà di Economia e Commercio, per circa venti anni, è stato funzionario dell’Amministrazione Finanziaria dello Stato.

Successivamente ha curato l’attività industriale di famiglia nel campo alimentare dell’olio e dello zucchero.

Dal 2012, dopo alterne vicende, si è dedicato alla poesia e narrativa.

Ha pubblicato:

nel 2012:

  • Momenti 99 poesie d’amore “( Editore: Book Sprint edizioni ) ISBN 978-88-6742-0865;
  • Amore Amaro” – romanzo ( Editore: Book Sprint edizioni.) ISBN 978-88-6742-1466 ;

nel 2014:

  • la mia Stella”      (Editore Tindaripatti) ISBN 978-88-98379-49-1;
  • la casa di Tonia” ( Editore Tindaripatti) ISBN 978-88-98379-50-7;
  • “Trenta emozioni d’amore

( Editore Tindaripatti) ISBN n.978-88-98379-44-6;

nel 2015:

  • “Il Posto delle Aquile” (Editore Piccola Editalia)

ISBN n.9788897400316-6.

Ha in pubblicazione:

  • “Emozionando” –                       silloge;
  • “ Dieci lettere al Presidente”- romanzo;
  • “Angelica e la storia di Cales” romanzo per gli alunni delle elementari;
  • “ Dal nulla l’immenso”- romanzo;
  • “ La terra che amo di più”- silloge;
  • “Dalla casa di Tonia alla casa di Tonia” – romanzo.

E’ presente nelle antologie:

  • “Da Ischia sempre poesia” ed. 2013 con la lirica “Per te”;
  • “Viaggi di Versi –Poeti contemporanei – ediz. 2013 Pagine srl con le liriche: “Il ciottolo di Ercolano”; “Disinganno già riflessioni”; “Il ladro di tutti noi”; “Desiderio…Attesa…Speranza…Amarezza”; “Sguardi”; “Cos’è”; “Riflessioni”;
  • “Verrà il mattino e avrà un tuo verso” Ediz. “Aletti editore”, 2014 con la lirica “ Il senso della vita”;
  • “Vittorio Alfieri di Asti” ediz. 2013 con le liriche: “Questo giorno”; “Tempesta”; “Parlami”;
  • “Linea Verde” – raccolta delle opere poetiche XIV edizione premio nazionale letterario d’arte e cultura pubblicato dall’ Accademia d’arte e cultura G.G. Belli – Roma – lirica :“ All’ Italia”;
  • “Antologia letteraria EA editore” – Palermo 2014 ( in occasione della prima biennale della creatività in Italia – Palaexpo di Verona 12/16 Febbraio 2014) con la silloge “Trenta emozioni d’amore”;
  • “Mare… Monti… Mare” ediz. 2014 con le liriche “L’incompiuta” ; “Testa o croce” ; “Sesso a Ercolano” ; “Al mercato” ; “Le lucciole” ; “Terra Vesuviana” e “La Tempesta”
  • “Poeti Italiani 2014” ediz. Kimerik con la lirica “A quel bimbo che ho preso per mano”;
  • “Collana Donnavilla” del Centro Studi Tindari Patti con il romanzo “la mia stella”- anno 2014;
  • “Collana Donnavilla” del Centro studi Tindari Patti con il romanzo “la casa di Tonia” – anno 2014;
  • “Collana Vento a Tindari” del Centro studi Tindari Patti con la silloge “Trenta emozioni d’amore” – anno 2014;
  • “Gli inchiostri e gli sguardi del 21” Tributo ad Alda Merini – Brescia – 2014 edizione circumnavigarte con la lirica “Cos’è”;
  • “Il Federiciano 2014” – Aletti Editore con la lirica “Il ladro di tutti noi”;
  • “I nuovi eredi di Dante Alighieri”2015 editore A Eeditore;

con le liriche: “Il ladro di tutti noi”; “I tuoi no”; “Tu”; “A quel bimbo che ho preso per mano”;

  • “Amore e psiche” – 2014 editore Komerik con la lirica “Palle di gomma”;
  • “ Poesia per il Natale” – 2015 editore Kimerik con la lirica “Ricordi”;
  • “Granelli di parole – 2015 editore Kimerik con la lirica “Fuggi poeta”;
  • “Habere Artem” 2015 editore Aletti con la lirica “Fuggi poeta”;
  • “Poeti Italiani 2015” editore Kimerik con la lirica “ “Italia che amo”;
  • “Poeti dell’ultimo millennio a confronto” editore Aletti con n. 15 liriche;
  • “Enciclopedia Universale degli autori Italiani” 2015 – editore Kimerik con la lirica “Le foglie morte”;
  • “Il ventuno a Primavera” omaggio a Oriana Fallaci editore Circumnavigarte – 2015 con la lirica “Lettere d’amore”;
  • Antologia XIII Concorso Asti 2014 con le liriche: “Un pensiero per te”; “ La nuova generazione”; “ Ad Angelina “
  • Antologia 1° concorso Internazionale di poesia in onore di Giosuè Carducci 2014 con la lirica “ I tuoi no”;
  • Antologia 9° Premio Internazionale di poesia “memorial Gennaro Sparagna” 2014 con la silloge “Emozionando”;
  • “Verrà il mattino e avrà un tuo verso” – Aletti editore – 2015 con la lirica “I tuoi no”;
  • “Alda nel cuore” – Edizioni Ursini – 2015 con la lirica “4 Gennaio 2015”(omaggio a Pino Daniele);
  • Antologia poetica “Io Esisto” 6.6.2015 – con la lirica “l’amico della comunità”;
  • Antologia poetica “da Ischia l’arte” edito da LITHO editore 2015

Con la lirica “ I Rifugiati”;

  • “Club della Poesia” – Editore Kimerik – 2015 con la lirica “Il risveglio dell’Anima”;
  • Antologia poetica “Luoghi di Parole” – Aletti Editore – 2015 – con la lirica “L’attesa” – VI Concorso di poesia;
  • Antologia “Parole nella rete” Editore Kimerik – 2015 con le liriche “Esaltanti Palpiti” e “Il senso della vita”;
  • E’ presente nella rivista multimediale “Il club degli Autori” – poeti, scrittori e artisti in vetrina settembre 2014 n. 231,232,233,234;
  • Infine, Il magazine settimanale AZ-agenzia di stampa internazionale, dal mese di Luglio 2013, ha dedicato uno spazio ai “ versi di Gino Iorio” nel quale pubblica una sua lirica unitamente al commento di un critico letterario.

 

 

 

Ha ricevuto i seguenti riconoscimenti:

  • Premio Ercolano 2012 per la letteratura – Ercolano – M.A.V. (Museo Archeologico Virtuale) – Dicembre 2012 con il romanzo “Amore Amaro” e la silloge “99 poesie d’amore”;
  • Premio internazionale di poesia “Otto Milioni” – Ischia – Casa della cultura “Lenois”28 Agosto 2013 – Primo premio “M. Funiciello” con la lirica “Per te”
  • Terzo classificato con la lirica “Parlami” al 12° Concorso Nazionale di poesia e narrativa “Vittorio Alfieri”- sala consiliare della Provincia di Asti –5 Ottobre 2013 ;
  • Finalista – Accademia Agostino Belli – Roma, Campidoglio “Sala Protomoteca” – premio n.d. Santoro -25 Ottobre 2013;
  • Attestato di merito alla creatività XIV edizione premio nazionale letterario d’arte e cultura nobildonna Maria Santoro – Roma, Campidoglio 25 Ottobre 2013 con la lirica “all’Italia”;
  • Finalista – IV edizione del concorso “il romanzo” indetto dal Centro studi Tindari Patti di Messina;
  • Primo premio al concorso di poesia indetto dall’Accademia internazionale Francesco Petrarca – Roma chiesa dei Deputati al largo Colonna (innanzi Montecitorio) 26 gennaio 2014, conferimento di coppa in oro zecchino, per la silloge: “Trenta emozioni d’amore”;
  • E’ stato ammesso a partecipare alla 1° Biennale della Creatività in Italia – Verona 12 / 16 Febbraio 2014   Palaexpo;
  • Terzo premio- “Roberta Panizza” al Concorso Internazionale di poesia “Otto milioni 2014” Ischia 2014 con la lirica “la tempesta”;
  • Quarto premio “Teleischia” al Concorso Internazionale di poesia “Otto milioni 2014” Ischia 2014 con la lirica “la tempesta”;
  • Finalista al VI Concorso Internazionale di poesia inedita “Il Federiciano”- Aletti editore – Rocca Imperiale 2014 con la lirica “il ladro di tutti noi”;
  • Primo assoluto al XIII Concorso nazionale “Vittorio Alfieri” 2014 con il romanzo “La casa di Tonia” e conferimento della medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano;
  • Finalista al 1° Concorso Internazionale di poesia “dal Tirreno allo Ionio” in onore del poeta Giosuè Carducci con una menzione di merito con la lirica “ I tuoi no”;
  • Terzo premio al IX concorso Internazionale di poesia “Memorial Gennaro Sparagna”- con la silloge inedita “Emozionando” – 2014;
  • Menzione di merito alla VIII Biennale di Giano Vetusto. Lirica “Il senso della vita” – 29 Dicembre 2014;
  • Premio Regione Campania dall’Accademia Francesco Petrarca – Roma chiesa dei deputati largo Chigi – 25.01.2015;
  • Attestato di merito artistico al Premio “Gli eredi di Dante Alighieri” – Firenze Palazzo Guicciardini . 28.02.2015;
  • Finalista al VI Concorso nazionale di poesia “Io Esisto” con una menzione di merito – 6-6-2015 – Ottaviano(NA), con la lirica “L’Amico della Comunità”;
  • Finalista alla quarta edizione del Premio Internazionale di poesia DILA Otto milioni 2015;
  • Secondo Premio al IV Concorso di poesia “Alda Merini” dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro con targa di argento e attestato – 4.Luglio 2015;
  • Conferimento della Stella di Platino alla carriera (massima medaglia della scuola di poesia) “per gli alti meriti raggiunti nel campo della narrativa e della poesia in Italia.” Dall’Unione mondiale dei poeti

Recco – 31 Gennaio 2015;

  • Secondo classificato alla gara mondiale di poesia (U.M.P.) Giugno 2015 con la lirica “L’amico della comunità”;
  • E’ Presidente onorario della regione Campania per la scuola di poesia;
  • E’ vice presidente dell’Associazione culturale l’Oro del Miglio di Ercolano;
  • E’ Presidente del Comitato Sanitario, Tecnico, Scientifico ed economico della Cooperativa O.n.l.u.s. “Terra Magica” che opera nel settore della solidarietà umana dando sostegno a tutti coloro che vivono in condizioni di svantaggio a causa delle loro condizioni economiche, sociali, familiari, culturali e vittime di abusi o ingiustizie;
  • E’ iscritto all’albo degli artisti Italiani ed Europei
  • E’ membro del Consiglio direttivo nonché coordinatore Interregionale per il centro sud e le isole (per le Regioni: Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Molise, Campania, Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche, Toscana) della “scuola internazionale di poesia – School of Poetry – Unione Mondiale dei Poeti – U.M.P. – presieduta dal Cavaliere al merito del Presidente della Repubblica per la poesia, Silvano Bortolazzi proposto per la candidatura al Nobel per il 2015;
  • E’ Presidente onorario della Regione Campania per la Scuola di Poesia, Unione Mondiale dei Poeti;
  • dal 20 Giugno 2015 fa parte della Confraternita Internazionale dell’Ordine dei Cavalieri Templari Cristiani.
  • wordpress.com

Charles Baudelaire ha scritto:” la mia vita non fu che un tenebroso uragano” espressione questa che si addice perfettamente all’autore. Imprenditore e poeta, manager e scrittore, immaginazione e concretezza, tramonti e bufere la sua vita. Nel suo studio “bottega” non lesina ospitalità –

Dati personali :

Dr.Luigi Iorio nato a Calvi Risorta( prov. Caserta) il 1.6.1942 e ivi residente

Alla via acacie n. 35 – tel. 0823 1443129 – 0823 651499 – 0823 1879243 – mob. 3891122124

Email       ginoiorio@alice.it http –   ginoiorio.wordpress.com